AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

blog di ferdigiordano

Un giorno senz’altro

 
Non c’è un buco in questo calendario
che non sia di un santo. Vorrei un giorno

Canto di un ubriaco errante in strada

 
Siano benedetti i balconi quando piove
e con la incessante supremazia del sole
sulla pelle. Sia benedetto chi li mette

Siamo soli sul set per una parte precisa

 
                        Questa scena avviene

L’ultimo lustrascarpe

 
Io conosco le vostre pedate. Potete non credermi
ma le scarpe parlano di voi. Conservano la terra

Shahid, tra questo e quel marciapiede

 
Cammina sull’asfalto come su nuvole,
ancheggia tra una ferita chiusa e l’altra
aperta. Questo perchè il cielo, trauma

Ai battelli

 
Non può semplicemente rivolgersi ai piedi,
ordinare ancora un passo: la terra è mancata.

Tra tenuta e data

Appena dopo il ciglio, l’epica del solco
è saltata.
            Saltata è come dire curiosamente

La temerarietà del muschio

 
Quello che secca dell’ombra è la sua radice.
E’ davvero quest’ultima presa dal cielo e,

Sai del luogo

 
Sai della neve gialla che prende la ginestra.
Sai anche della sua avvenenza leggera. Mi chiedi

Anch’io ho avuto i raggi

 
Sei o sette anni, non di più. Non è durata
a lungo. I raggi aggrediti dall’ossido in piena

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 2975 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luccardin
  • jackoneill