'A luna (Dialetto romanesco) | dialetto | Silvia De Angelis | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sfoglia le Pagine

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Nuvola93
  • Paolo Melandri
  • Leopold
  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti

'A luna (Dialetto romanesco)

Faceva li capricci come 'na bambina
perchè voleva aspettà er pupo e
cresceselo...forse come 'mbambolotto
 
Annava a fasse visità da li mejo dottori
pe' fasse prescrive 'e cure più pazze
pe' rimane' 'ncinta ...ma gnente nun je riusciva
 
'Nber giorno 'a vicina de casa je spiega
'ntrucchetto facile facile pe' raggiunge
quer traguardo...e lei fiduciosa abbocca
 
'Nzomma co' 'ninfuso d'erba malandrina
quanno compariva 'a luna piena doveva
recità 'na nenia 'rzigogolata
 
Prova che te riprova li risultati nun se vedeno
Dopo quattro lune piene artorna da l'amica
che stizzita je dice : "A bella che te posso fa
se mo pure quella lassù vo' esse pagata?"
 
 
 
 
T R A D U Z I O N E
 
Faceva i capricci come una bambina
perchè voleva aspettare un bambino e
crescerlo...forse come un bambolotto
 
Andava a farsi visitare dai medici più famosi
per farsi prescrivere le cure più elaborate
e rimanere in cinta...ma niente non le riusciva
 
Un bel giorno la vicina di casa le spiega
un metodo semplice semplice per raggiungere
quello scopo...e lei fiduciosa le crede
 
Insomma con un infuso d'erba particolare
quando c'era la luna piena doveva
recitare una canzone complicata
 
Prova e riprova, i risultati non ci sono
Dopo quattro lune piene torna dall'amica
che risentita le dice :" Bella che ti posso fare
se ora anche quella lassù intende essere pagata?"
 
 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 2163 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luccardin
  • nubi
  • Salvuccio Barra...
  • live4free