poeti maledetti | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

poeti maledetti

La viola

Dniepr
 
Dicembre aveva lasciato sulle pelli la luminescenza
Delle stufe; nelle notti implumi, la vanescenza del nevischio.

Viene giù a fiume

 
Perché dovrei credere alla resa
io che combatto contro muri di voci
io che son sempre sola ad andare controvento

Marylin

 
Ciao Marilyn, oggi è un venerdì storto.
Forse dovresti bere latte e frequentare buone compagnie
 

Se penso

Se penso:
 
al vuoto è come pensare alle proporzioni
agli occhi all'inizio. Vuoti; non c'era terra.

Così

Così. Così dovrò un giorno tornare

a Kyoto. L'antica capitale: kimoni

Rete

Rete

Preambolo

Sugli stracci della mia pelle

Sugli stracci della mia pelle ci sono
affisse le righe delle mie vicissitudini,
di giorni logori e sogni insudiciati

La reticenza dei giorni

Se mi capita di alzarmi

e scoprire, giorno per giorno

Centomila volte

Cerchiamo l'ignoto
ma l'inavvicinabile è qui
con l'io; è dentro
 

Senza le mie scale

Come farò a nascondermi

nella pancia del cavallo, a sussurrarti

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 1702 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luccardin