AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Lucia Lanza
  • Giullare della morte
  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip

blog di Manuela Verbasi

Cose Così [di spinte a togliere il respiro]

Dei tuoi slanci
a riempire di te il mio cuore svuotato

per arrivarmi di voglia e farti spazio

di spinte a togliere il respiro
vorrei morire amore,
se non sapessi
la tua sete e come incidi

di vita la mia carne

 
 
 

Cose Così [d'amaro]

Scesero lungo le gambe
gonne di salice
si fecero il verde su cui poggiare il freddo.
 
Fioritura d'onda al sale
 
soffoca d'angosce
l'eco.
 
Rincorre e supera un vento a lutto

Cose Così [ieri&oggi]

Così, pensavo oggi
facendo finta di niente
chissà se stavi bene ieri
così, tra le mie braccia
 
Così, pensavo ieri
che era ormai domani,
chissà se stavi bene oggi
così, tra le sue braccia
 

Da qui

Vedo e prevedo

Troppo da sopportate
per un'anima sì pura e afflitta
di bile l'occhio ha la pazza
a pupilla verticale rinchiusa
 
Sente la poesia il crepitio
del pennone calato nella neve
fotte l'anima alla terra

Cose Così [in un bosco di notte]

La bocca scioglie di sorsi d'acqua a bolle,

apre le narici al muschio il respiro che sale

se fossimo in un bosco di notte a parlarci con le mani

sentiremmo passarci addosso questo tempo

sottratti i minuti all'altra vita

 

Acqua

Acqua che scorre il planarti d'anima, la rissa dei fianchi maestosa sorride alla brezza, un fluttuare di luna i fuochi in ostaggio sulle nostre tempie. 

Lacrimosa Velenosa e il Principe di Pocamemoria

Non so se ve la ricordate, ma l'ho vista poco fa e mi ha divertita... è una Fiaba ispirata alla realtà
 
 
 

ecco la parola

ecco la parola prigioniera
il cuore di un troppo costruito
incollate le ali ai fianchi
non vola

 

serve un soffio di sapone
che mossa di vento muova
e risalga di stupore

 

Cose Così [sulla foglia della ninfea seduta]

Se non t'avessi, Amoremio
balzerei come una rana in stagni di zanzare
sulla foglia della ninfea seduta
a pancia in su col sigaro di lato
 
tossirei sboccando saggezza
comprata assieme ai libri per due lire
avrei sempre un modo giusto per morire

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 1944 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Marina Oddone
  • Rinaldo Ambrosia