AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

blog di Manuela Verbasi

Dove vanno

Dove vanno, non so

le ceneri dei profili

sciolte nei cerchi 

dissolti sulla lapide

 

diventano lucidi

 

di rugiada scesi a terra

sotto trovano radici

le percorrono e sprofondano

o risalgono

se non possono fare altro

 

Il mio posto migliore è la tua bocca

Il mio posto migliore

è la tua bocca

nel passo sfinito della parola

dove allontano tristezze

al riparo come dietro le mura

solide e sole.

 

Marc Chagall - Equestrienne (L'écuyère)

Chagall Equestrienne

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Marc Chagall. Equestrienne (L'écuyère)

 

Dove?

Dove posi gli ombrelli chiusi

Trovo

Trovo
 
meravigliose conchiglie
d'azzurroverdeazzurro
dentro le mani
 
 
ritma il palpito
un denso intreccio
di carne e sangue
 
esplode nel buio
fra incensi dorati

Cose Così [sui binari e tra i sassi]

Raffiche di te
dentro vene di pietra
graffi sanguinanti
d'interferenze melodiche
 
e il destino che non sai
al sospiro delle rose
alle aurore brinate d'erba
sui binari e tra i sassi
 

Cose Così [come lucertola]

Convincimi, a camminarti a fianco
sulla destra d'un occhio verdeazzurroverde
rischiando i mignoli fra sassi e scivolate d'anca
svolazzi d'aria sul collo e sulle spalle.
Sarà stupendo lasciarti medicare un rosso a fiotti
o appena appena, sull'unghia il ristagno, la parte sopra.

Cose Così [più della notte]

Sui fianchi del colle affacciato al fiume, 
più della notte un verde scuro
 
il riflesso del piede sul marmo 
a terra 
sotto ai passi per raggiungerti di leggerezze.
 
Avvitate in un cerchio di fumo in cucina,

L'aquila o il falco

Gotico un rapace spiega le ali
zingaro aranciato nel tramonto
sgargiante di cime scoscese 
bolgia vellica nello sfondo festante
l'ozio eliso di fuoco l'occhio
campata di sole riemersa

Quello è Dio

È una notte coi guanti di lana
appoggiata alla fontana in centro
s'allunga la luce del lampione 
appena appena
 
nevica sulla chiesa
 
sui cappotti abbottonati al collo
ricordo il bianco dell'abbaino

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 2804 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Gigigi
  • Francesco Andre...
  • luccardin