AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Filippo Minacapilli
  • sentinelladellanotte
  • Roberto Farroni
  • sergio de prophetis
  • Lucia Lanza

blog di Manuela Verbasi

23-intuizioni [più in là della montagna (sempre) esiste una terra]

Già sulla cima 
arrivavo, chiusi gli occhi
respirando trasparenza.
 
I piedi nudi avvolti di neve
la gonna alzata dalle mani
l'andare.
 
La spina dorsale tesa alla terra
un semicerchio

intuizioni [telefonata dal campo]

Lingua verde
che attutisce di morbidezza il passo,
premuta impronta
 
[sei fermo o vai?]
 
uno scoppio di fine estate,
fragorosa gioia di voci
quello che rimbomba
 
[m'illumino di senso]
 

Cose Così [di veleno fra stupore e nausea]

Reciteranno litanie come un disco
senza pensare alle parole di quelle preghiere
 
si parla di croci col parroco
di pesi da portare e di forza
del fallimento di Dio che non salva
 
la cassa è di zinco? 

Tempo Tempo

Pelle di luna
sai di sguardi a metà tra il futuro
dove il mare non basta a contenere il cielo nelle mani.
 
Strali di carezze
incertezze
affusolate di smalti coccinella
e sangue in corse di vita a sera,

10- Il buio scende silenzioso come una penna agitata

Conta ferite d'un vivere disossato
in mille attimi ad occhi chiusi.
 
Passa il giorno, non il tempo
a legare lacci su scarpe di passi
che mai più saranno.
 
Ora non vive, respira
il trascorrersi sasso.

Cose Così [di fiori protesi a baci]

Irrompere di pensieri
tenebre dove ci si perde
e subito dietro l'angolo
cesti di fiori protesi a baci
 
questo, tu sei
 
mi lascio amare dentro
un bianco setoso
profumante pelle
 

Cose Così [verso te]

Corro in direzione
delle pressioni dei baci
fragole nel precipizio, i sensi
 
Cambio l'acqua alle rose di carta
pettino parole per tagliarle
sono strade di stelle filanti
 
Disegno un sasso che tiro

Cose Così [nel vento del grano]

eros by night (1).jpg
Quale foglia rossa di papavero 
sospesa nel vento del grano
io non morirò d'umidità sul collo
 
Stante ai colpi inferti al godimento
si eleverà il mio spirito all'estate
dondolante, amore, dentro me
 

Cose Così [sulle punte]

Corro nella direzione
delle pressioni dei baci
uno ad uno come fragole
timbro rosso di saliva
 
sulle punte,
precipito di sensi
 
cambio l'acqua alle rose di carta
corteggio parole per tagliarle
ne faccio strade di stelle filanti

Cose Così [l'intensità d'amore]

Veglia un dolore forte
l'intensità d'amore.
Il destino ha filamenti
imbrigliati in altre vite.
 

Mi appartiene sull'adesso
la tua bocca di ciliege
il tuo mancare a queste ore
lunghe come eterni.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 4392 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Rinaldo Ambrosia
  • Marina Oddone