Le donne | Poesia | Bruno Amore | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Lucia Lanza
  • Giullare della morte
  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip

Le donne

(quelle che m'hanno tenuto per mano).
 
Quella so che rise di piacere
nonostante il travaglio
che tra le lacrime di gioia
diceva “quanto è bello, fai vedere”
l'incontrai di più nei suoi occhi dolci
mentre le succhiavo avido il petto
e in quelli con le ansie che le detti
poi, da gran scavezzacollo.
 
Quella più innanzi che mi insegnò
ad intrecciar serti di fiori
e con la paglia, a Pasqua, croci
quelle di felicità, di soli allori.
 
Quella, la prima che m'accese il cuore
nascosti al buio labbra su labbra
a cercare nuove ignote emozioni
toccandoci dappertutto senza pudori
tra profumi d'innocenza e maturi odori.
 
Quella che m'indicò la via
per arrivare al cuore dell'amata
da percorrere lentamente
senza badare alla giornata
tenendola per mano come un'amica
parlandole di noi a serenata.
 
Quella che in braccio mi posò
due splendori, da crescere e amare
sperando in gioia superando semmai dolori
ancora m'allargano il cuore come un mare
e m'hanno dato due stelle da mirare
quando la parca agiterà l'acque
in cui dovrò nuotare.
 
Quella che da sempre vaga nell'anima
che non esiste in verità ma è prodiga
di sogni, di intime emozioni, di speranza
che fa ricca la vita e non la chiude
soltanto nel buio di una stanza.
 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 1349 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Manuela Verbasi
  • Gigigi
  • sid liscious
  • luccardin