Scelti per voi

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Whiteswan
  • bluscuro
  • Schiappa71
  • perseo17
  • Nadia C.

Tremma 'a terra

Dint'a terra vullente, d'ê respire se nne sente 'a voce.
Quanta ciate affannate sott'ê pprete, s'abbraccene 'a croce.

Mmiezo 'e pprete, 'ncopp'ê pprete, attuorno 'e pprete.
T'aggire, t'avuote e vide sulo prete.

'Nun songhe prete ca vutte dint'a ll'acqua pe paria',
sò masse 'ncarugnute ca 'nun provene pietà.

So' pprete feroce ca 'nun tenene cuscienza:
'nun guardene addò cogliene e 'nun te danno aurienza.

Offennene, se scagliene, facenne povere e ammuina.
Ciacchene, accidene pecchè songo assassine.

So' pprete ca chiovene 'a cielo senza manco guarda'.
'Nun so' pprete ca se 'nfochene pecchè vonno scarfa'.

So' masse senza scuorno, ca correne, fujene, minaccene:
'nun tenene 'o curaggio manco 'e te guarda' 'nfaccia.

'Sti pprete toste, fredde, gelate e cu 'nu core 'e preta,
cogliene, culpiscene e te pugnalene addereto.

Nun so' bbone, ma te 'mpauriscene facenne rummore:
nun tenene n'anema, nè 'nu pucurillo 'e core.

Allucca 'sta terra, ca mentre volle te lassa 'o scuro,
comme surece atterra animale, uommene e ccriature.

Ma mmiezo 'e pprete, 'nu filo d'evera se 'nfizza preputente.
È 'a vita ca cumbatte, se difenne: nun s'arrenne...

Cerca nel sito

Calendario 2017 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 7 utenti e 2545 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • bluscuro
  • Ezra blacke
  • Eleonora Callegari
  • gatto
  • live4free
  • Antonio.T.
  • ferry