Login/Registrati

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

poeti maledetti

Anzi

Anzi,
indice volatile
stomaco senza prodotto interno lordo
Mi do una voce, ogni tanto
 

La viola

Dniepr
 
Dicembre aveva lasciato sulle pelli la luminescenza
Delle stufe; nelle notti implumi, la vanescenza del nevischio.

Viene giù a fiume

 
Perché dovrei credere alla resa
io che combatto contro muri di voci
io che son sempre sola ad andare controvento

Marylin

 
Ciao Marilyn, oggi è un venerdì storto.
Forse dovresti bere latte e frequentare buone compagnie
 

Se penso

Se penso:
 
al vuoto è come pensare alle proporzioni
agli occhi all'inizio. Vuoti; non c'era terra.

Così

Così. Così dovrò un giorno tornare

a Kyoto. L'antica capitale: kimoni

Rete

Rete

Preambolo

Sugli stracci della mia pelle

Sugli stracci della mia pelle ci sono
affisse le righe delle mie vicissitudini,
di giorni logori e sogni insudiciati

La reticenza dei giorni

Se mi capita di alzarmi

e scoprire, giorno per giorno

Centomila volte

Cerchiamo l'ignoto
ma l'inavvicinabile è qui
con l'io; è dentro
 

Cerca nel sito

Calendario 2018 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 2853 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • live4free
  • ferdinandocelinio
  • Antonio.T.
  • Salvuccio Barra...