rossovenexiano blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti

Login/Registrati

Commenti

Piazzetta virtuale

 agorà

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

Blog

Iscrizione all’ass.ne salotto culturale Rosso Venexiano anno sociale 2020

Carissimi, iscrivetevi e sostenete Rosso Venexiano.
La quota associativa per il 2020 è di 20€.
grazie 

Per sapere come fare clicca qui ! ←

Sito Web Sicuro

Abbiamo effettuato il passaggio del sito da HTTP a HTTPS.
HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure) è un meccanismo che permette al browser o all’applicazione web di collegarsi in modo sicuro a un sito web.
HTTPS è una delle misure per mantenere la vostra navigazione sicura e protetta.
 
Purtroppo dopo questo passaggio disqus ha smesso di funzionare.
Abbiamo ripristinato per ora i commenti direttamente dal sito.
 

Denigrare e insultare

Iscrivetevi e sostenete il nostro sito di poesia- 10 anni di Rosso Venexiano

Carissimi autori e poeti,
il 19 gennaio scade l'abbonamento al server che ci ospita.
se desiderate che Rosso Venexianano non chiuda, iscrivetevi all'associazione culturale che lo sostiene versando 20€ o quello che potete.
Negli anni, le iscrizioni sono diminuite e sono una manciata di persone a tenerlo ancora vivo.
Per iscrivervi o fare una donazione:
 
L'Associazione Salotto Culturale Rosso Venexiano senza scopo di lucro, esiste grazie alla redazione che collabora gratuitamente e ai Soci sostenitori. Un ringraziamento sentito a tutti coloro i quali contribuiscono in qualsiasi modo alla vita dell'Associazione. 
 

.Tentazioni.

Tentazione
Ti confortano
le ombre calde dei ceri accesi. 
Un piede sul baratro
_lacci ben saldi trattengono_

in pochi versi

 
 
L’aurora nasce e muore
nei tramonti di nuovi giorni
sono petali caduti ai bordi della vita

caro m'è il sonno

images.jpg2_.jpg
Caro m’è il sonno
Finche la sventura perdura,
e non saper,non vedere,
dormire mi è di gran fortuna,

Vecchio condor (ritratti)

Ruffo di capo infine ci si posa
nel recinto restando bolso e goffo
gobbo con occhio rivolto alle righe
neretto su rosa sporco del foglio

Impasto

Nella teca dell’omero
non esiste il vetro,
la mancanza è diversa da un’altra.

avrei voluto dirti

 
 
Avrei voluto salutarti
raccogliere in un bacio
l’addio della tua presenza.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 1785 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferry
  • Raggiodiluna
  • live4free