Utopia | Poesia | Nievdinessuno | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

Utopia

Credo di aver indossato
troppe volte
quel vestito da politico
eppure così ribelle
da non fare politica
per descrivere un mondo che esiste
nella mia mente.
 
Il pensiero ha un'agilità precisa
alla stessa superficie di un treno
che ogni tanto si schianta
contro l'improvvisazione
dell'esistenza.
 
Così ricomincia daccapo,
il viaggio è lungo
quanto un personale
minimo universo.
Nessuno semina
la solitudine
vagabonda
nel terzo vagone.
Ultimo di una fila
un signore
tiene nel pugno aperto
le rondini di carta
origami dei suoi anni
che fanno a gara
per planare insieme
nel mio sguardo.
Prima di lui,
la fortuna di una signora un po' strana
quanto è strana la vita,
si piega verso terra
per raccogliere una moneta
destinata alla prossimità
di un sogno.
 
Quale sogno, non lo so.
So che sono
nel breve spazio,
a metà fra loro
e la mia follia.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2612 visitatori collegati.