Città Invisibili | Poesia | Nievdinessuno | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Nuvola93
  • Paolo Melandri
  • Leopold
  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti

Città Invisibili

Nella mia poesia non ci sono città.
I lampioni sono alti e non raggiungono gli anni.
I ricordi sono vietati da queste mura di silenzio e cemento.
I palazzi sono sentinelle di un ricordo che ha passeggiato nella mente.
La verità è che non ho mai saputo leggere il ricordo,
ma penso di aver incarnato la sua forma con uno scorcio.
L'immaginazione e il passato sono la stessa cosa
per un pensiero che è stato
e che guarda una terra che adesso è deserto.
Il presente è la sapienza di un cuore che impara dal dolore.
Il futuro è la visione di un uomo che interpreta il sogno,
come il riflesso di un oggetto davanti uno specchio d'acqua.

Nella mia essenza esistono strade che sono invisibili nei visibili occhi del Mondo.


ritratto di live4free
 #
La poesia é una dimensione senza luogo e senza tempo, é il frutto della vita interiore, del mondo meraviglioso e unico nel quale l'animo si rifugia; intimo, personale nido visibile a chi, sulla nostra stessa linea, ha occhi per guardare oltre. 
 

ritratto di Virgo
 #
Ognuno osserva le strade, le case, gli scorci della propria città con gli occhi dei ricordi, di quello che vi ha vissuto, di ciò che quei luoghi hanno rappresentato. Perciò una città sarà sempre diversa, sarà fonte di serenità o nostalgia, legame col passato o aspettativa per il futuro, a seconda di chi la guarda... Molto interessante la tua considerazione.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 1841 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Carlo Gabbi
  • Marina Oddone
  • Rinaldo Ambrosia
  • Grazia Denaro