Dalla quarta lettera di | poeti maledetti | ferdigiordano | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

Dalla quarta lettera di

 
La cura viene dall’abbraccio, eppure
non capisco la sua rarità nell’epoca.
                        Ossia:
chiedo che altro permetta il silenzio
oltre la medicazione dei sospetti.
Questo puoi dirlo in un gioco, la realtà
è quel gioco: quella cromatura dell’oceano
che a volte si vena di squame avvolte di carni
sfuggenti. Quanto è fragile l’atmosfera
nuda di uccelli e come la divide l’aereo!
Tutto ciò che vedi aumenta lo spazio occupato.
                        Molto fa la distanza
per dimenticarci sui due piedi. Intanto
passa da casa e prepara il pranzo.
Non chiedere se ti siederò accanto, mettiti di fronte
la finestra e mastica lento il panorama.
Prega il cemento ti tenga fuori, spera
sempre di aver steso il filo spinato fino alla gola
e che parole d’assalto restino impigliate prima
                        dei denti.
Sai chi è questo che chiede un bicchiere di te?
 

 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 1608 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • live4free
  • Rinaldo Ambrosia
  • Carlo Gabbi