"Mi viene di..." o "mi viene da..."? | Lingua italiana | Fausto Raso | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Gloria Fiorani
  • Antonio Spagnuolo
  • Gianluca Ceccato
  • Mariagrazia
  • Domenico Puleo

"Mi viene di..." o "mi viene da..."?

Da "Domande e risposte" del sito Treccani
DOMANDA
Si dice: mi veniva di dire o mi veniva da dire? E qual è la regola?
RISPOSTA
Il verbo venire, seguìto dalla preposizione da, significa 'sentire l'impulso': mi viene da ridere, da piangere, da dire, da pensare. Non c'è una “regola”, siamo in presenza di un uso che si è consolidato nel corso del tempo.
-----------------------
Giusta chi scrive l'uso che si è consolidato nel tempo è un uso... errato. Se il verbo venire seguito dalla preposizione "da" significa "sentire l'impulso" la preposizione corretta da adoperare è "di". Si dice, infatti, "sento l'impulso di ridere", non "*sento l'impulso da ridere". Le forme corrette sarebbero, dunque: mi viene di ridere; mi viene di piangere; mi viene di dire; mi viene di pensare ecc.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 6883 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luccardin
  • Rinaldo Ambrosia
  • Marina Oddone