Racconti Inediti di un Novantenne - A Song of lLove - Italian Edittion Part 3 | RV International | Carlo Gabbi | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

Racconti Inediti di un Novantenne - A Song of lLove - Italian Edittion Part 3

Parte Tre
Nel vedere che Annamaria era innamorata con un altro uomo fu una cosa inaspettata per Gilberto. Durante i tre anni che avevano vissuto assieme, a prescindere le poche e brevi infatuazioni da parte di Annemarie, non vi era nulla di serio per scuotere il legame della loro unione.
Gilberto era consapevole che in amore, Annemarie casualmente desiderava di essere con un altro uomo e lui aveva sempre ignorato tali effusioni. Sapeva che queste scappatelle amorose erano di breve durata, consumate alla chetichella in alberghi locali con un uomo incontrato casualmente, e poi il tutto era dimenticato nel giro di poche ore. Inoltre AM, ritornando tra le braccia del suo prediletto Gilberto, era talmente piena di desiderio sessuale, capace di esaltare al massimo con Gilberto e i suoi appetiti libidinosi, ritornandogli il meglio della passione amorosa. 
Gilberto si rese conto che nella sua relazione con Annemarie, lei mai cercò di nascondere le sue fugaci scappatelle. Sapendo che non erano sposati, Gilberto non aveva un valido diritto di imporle una completa fedeltà e si rese conto del fatto che se voleva continuare a vivere assieme a lei doveva essere tollerante e accettare, anche se di malgrado, quelle sue piccole infedeltà.
        Ora Gilberto si trovava di fronte ad un più serio contendente, certamente la passione di Annemarie per Marco non era il solito flirt. Era qualcosa di ben diverso e più profondo che in breve futuro potrebbe compromettere seriamente la loro unione. Pensò ad alta voce, “Non è la solita infatuazione. È evidente che è innamorata di Marco, e lo ama in un modo morboso.” E come consolazione pensò “Molto probabilmente esiste tra loro unicamente l'attrazione carnale senza mettere in pericolo sentimenti più profondi che scaturiscono dell'anima.”
 Tuttavia il rischio di perdere definitivamente Annemarie era alto. “Pensandoci bene… sì, esisteva più che mai questa possibilità.” Pensò.    
Gilberto per giorni e giorni o meglio per notti, pensò ad una alternativa per non perdere completamente Annemarie. Pensò alla necessità di parlarle apertamente e presentare ad entrambi la sua proposta, che da tempo si era formulata nella sua mente. Era sicuro che Annemarie avrebbe ascoltato con interesse la sua abbastanza flessibile proposta di amoreggiare con entrambi, Gilberto e Marco, e in questo modo lei avrebbe ottenuto il massimo dall'amore da parte di due uomini. Ma quale sarebbe la reazione di Marco? Quello era il vero dilemma, per il successo dei suoi piani.
      Gilberto mandò loro un invito d‘incontrarsi il seguente pomeriggio. L’incontro avvenne e Gilberto notò che Annemarie era radiante di felicità. Appariva che l’amore per Marco avesse cambiato completamente il tenore della sua vita, senza alcun affanno d’animo, riflesso dallo smagliante sorriso, che rifletteva la calma interiore. Ne era evidente la luminosità dei suoi occhi e la leggerezza nei suoi movimenti.
Gilberto vedendo la completa trasformazione di AM in così breve tempo, ebbe modo di constatare la possibilità di poter perdere la sua amata. L’evidenza del nuovo amore inflissero maggiori preoccupazioni nel suo an[CG1] imo[CG2] [CG3] [CG4]  e concluse il suo pensiero, "AM è veramente innamorata di Marco."    
Cercò di presentarsi calmo parlando loro, "Sembra che il vostro amore sia intenso e la felicità è evidente nel vostro sguardo. Più che mai sei raggiante, AM. Mi felicito con te.”
"Grazie Gilberto, per le tue parole sincere. Noto che hai perso peso, è questo a causa mia?".
"Sono naturalmente preoccupato. Sono innamorato di te da così a lungo. Mi conosci abbastanza per sapere di quanto ho bisogno del tuo amore. È naturale quindi che stia soffrendo. Non voglio perderti. Diventa imperativo che ti rivolga una domanda, e mi aspetto un’onesta risposta da parte tua."
"Dovresti conoscermi bene, e ben sapere che sono sempre stata onesta con te.”
“Esiste ancora amore per me, Annemarie? Non voglio e non posso perderti ora. Il mio amore per te è ora più forte che mai così pure la mia determinazione di volerti ad ogni costo."
"Sì Gilberto. Ti amo ancora, ma… mi è difficile poter spiegare le ragioni… I miei sensi sono scossi da emozioni più forti di me in nuove contrastanti passioni. Me lo sono chiesta diverse volte e so che ho bisogno di te, Gilberto. Ugualmente ho pure bisogno di te, Marco. Cosa posso fare? Non è possibile comandare al cuore… so pure che la mia passione per Marco è imperativo… forte… magnifica…Sì amo Marco e ho bisogno di lui. Mi è necessario come l’ossigeno per poter vivere, e far sì che il sangue scorra caldo e intossicante nelle mie vene. Ti prego, di non giudicarmi male a causa di tutto ciò."
"Ti ho sempre compresa, Annemarie. Sei sempre stata una donna molto sensuale e passionale. Forse hai trovato in Marco ciò che non esiste in me. Lui può darti quanto io non possa. Allo stesso tempo sono sicuro che non puoi trovare in lui ciò che io sono in grado di donarti, umanamente siamo tutti diversi, Annemarie".
"Hai ragione Gilberto. Vi sono molte cose in te che ti rendono unico, e che Marco non ha. Tu consideri di più le cose, e quanto lo fai, ha una ragione di essere. Marco invece è come un fuoco ardente e s’infiamma rapidamente. Tutto deve essere consumato velocemente e fa parte della sua crescente passione. Entrambi, e devo ammetterlo, siete amanti appassionati, ma allo stesso tempo il vostro modo di amare è completamente diverso. Per ricevere il miglior ripagamento sessuale non vedo altra soluzione che complementare le prestazioni di entrambi.”
 “Devo quindi concludere che l’avere entrambi come amanti sarebbe l’unica soluzione per rendermi completamente appagata sessualmente."
Questo è esattamente il mio pensiero, ti conosco da lungo tempo, Annemarie, ed ero certo che tu, come donna, per saziare completamente la tua sensibilità erotica hai bisogno di entrambi noi. Ma che cosa ha da dire Marco su tutto ciò? È lui disposto a condividerti con me? Potremmo noi tre assieme raggiungere un reciproco accordo per una completa comprensione e vivere felici un’armoniosa vita sotto questo arrangiamento?"
~*~
  
    Durante i prossimi due anni vi fu un sensibile consolidamento nella relazione di AM con i suoi due giovani uomini. Annemarie fu capace di condividere il loro amore, senza creare risentimento da parte dei suoi amanti, donando ad entrambi amore in ugual misura, e ricevendo in questo modo una completa soddisfazione agli appetiti sessuali della sua vita.
Molto spesso, i tre erano assieme in passeggiate nei giardini dell'Arsenale o sulle spiagge del Lido. Non di rado si tenevano per mano e parlavano entusiasticamente e amichevolmente un bacio donato da AM ad uno dei due amanti era scambiato in pubblico. Spesso portavano la loro colazione nei parchi, e seguivano lunghe romantiche passeggiate, scambiandosi parole e sguardi ameni e consumando in questo modo la loro esuberanza.
L’unione amichevole tra Gilberto e Marco ad un certo punto incominciò a produrre buoni risultati sul lato dei loro affari comuni.
La fama come un capace musicista da parte di Marco, divenne nota nella cerchia di appassionati musicali di Venezia che apprezzarono le sue sensibili interpretazioni musicali e queste associavano il Ristorante Manin, come il luogo delle loro interpretazioni. La notizia si divulgò rapidamente in tutto il distretto attraendo gli amanti della musica a una cena nel noto ristorante Veneziano. Negli ultimi due anni come solista, Marco si creò un buon nome come compositore e il Manin acquistò prestigio come uno dei migliori ristoranti.  
       A completare la sua crescente popolarità fu la sera quando inaspettatamente un gruppo di amministratori della R A I, la radio nazionale, vennero al Manin pet ascoltare Marco, e subito intuirono le sue capacità come musicista e compositore. Gli fecero un’offerta talmente affascinante che non fu in grado di rifiutare. Lo invitarono a Milano a registrare le sue composizioni. 
Fu un inaspettato successo con la stazione radio e venne accolta calorosamente dagli amici di Marco che organizzarono una festa in suo onore.
    Gilberto, un ben capace negoziatore, divenne il direttore di Marco, amministrando tutti i contratti musicali di Marco. Astutamente come sede della nuova società elencò il Ristorante Manin, in quel modo mettendo in maggior risalto il già noto Ristorante di Venezia. Questo nuovo gruppo di affari fu benefico per entrambi e consolidò la loro amicizia.
Tra tutte le creazioni musicali di Marco, "Una canzone d'amore" divenne la preferita e la più richiesta dal pubblico di appassionati sparsi in diverse stazioni radio d’Europa. Vi fu anche un poeta anonimo che scrisse le parole di questo tema musicale “A Song of Love” ma le parole non piacquero a Marco che categoricamente rifiutò la versione cantata dicendo che la sua musica non aveva bisogno di parole a distrarre il pubblico dalla purezza delle note musicali delle sue liriche. 
~*~
Fine Parte Tre

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 1773 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • luccardin
  • Danielle
  • Albatros