"Homo homini lupus" | Poesia | Bruno Amore | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

"Homo homini lupus"

Anche se non posso scordare
non voglio per sempre ricordare
vorrei che al fine potessero riposare
quei fratelli che si volle sterminare.
Avevano hanno un dio immane
ad accoglierli lassù ad aspettare
con le sue braccia grandi e consolare
chi solo i delitti dell'uomo può sanare.
Invece voglio sempre ricordare
tenere a mente e mai dimenticare
quell'alieno che dalla porta accanto, osò
e fu capace di sbranare, il suo uguale
del quale fece scempio le sue membra.
Come un demone folle, insano
ne distrusse la dignità l'appartenenza
tanto da farne simulacro vano.
Perché è ancora qui tra noi, quella bestia
ne sento il puzzo, l'alito ferale
s'appiglia a vetri aguzzi senza pregio
quali la razza il colore diversa morale
per farsene ragione e condannare.
Non sia mai che la mente umana
labile quando il prezzo venga esoso
s'aggiusti e possa ancor poter pensare
che il male degli altri possa liberare.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2232 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Antonio.T.