2. Il collezionista | Prosa e racconti | Gino Soloperte | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

2. Il collezionista

In certe occasioni era solo un talloncino, in altre un qualcosa che aveva a che fare con il contenuto a cui era collegato. La sua prima scatola fu un salvadanaio in legno, con una piccola serratura e una fessura dalla quale passavano a stento le vecchie cento lire, per infilare le 500 lire d’argento fu necessario allargarla. Quando non fu usata allo scopo cominciò a riporvi le letterine e le cartoline di amiche, allora fu necessario aggiungere un bel catenaccio perché non potesse essere aperto facilmente in quanto condivideva la stanza col fratello minore. Poi cominciò a raccogliere pacchetti di sigarette, accendini. Segretamente collezionava sentimenti, in parte scritti sul diario, ma i più numerosi erano affidati alle persone interessate. Lui era uguale a se stesso e come un clone si ripeteva a persone reali. Ragazze di strada, conosciute e frequentate sia a scuola che tra gli amici di famiglia. Quando potette avere una sua autonomia mobile, ne scelse tra i paesi vicini, evitando accuratamente che venissero a contatto tra loro, facendole così uniche con solo lui divisibile ma completo. Questo sino a quando non si fu innamorato. 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 1895 visitatori collegati.