AnonimoRosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

blog di Ezio Falcomer

Un acanto, un lichene

Un acanto, un lichene
e trasmutarsi in liriche di vento
come di savana
eccedere nel compiersi
di favola gitana
amare e dire
il rosso della sera
come folle
su abissi e sommità
raccontare
l’odore di gimcana
fra corolle di luce
e freddi baratri di inerme niente.
 

Vampire e Crime Games

(Turin Rive Gauche, 31 agosto 2009)
La struttura sociale metaforizzata dai games in Facebook è quella a modello tribale o di clan. Molto simile al diritto non scritto che vigeva tra gli antichi Germani. Grappoli di amici che producono amici attraverso gli amici degli amici. Era così che si formavano le onde d'urto multitribali relativamente efficaci da premere con successo ai confini dell'Impero e a penetrarlo.
Non svolgendo il Nostro in questi ultimi giorni di ferie alcun ruolo economico, sociale, parentale, affettivo, relazionale di rilevanza (insomma, per usare un’espressione gergale da strada, “non avendo un cazzo da fare”), si diletta in accademico e antropologico studio sul campo delle dinamiche ludico-sociologiche nel famoso network. Il Picaro, in dieci giorni, ha radunato attorno a sé centinaia di vampiri e di mafiosi da tutto il pianeta, scoprendosi molto bellicoso, combattivo e strategico. Reign of Vampires e Mafia Wars, due dei tanti horror games e crime games, presentano due attività base per la progressione nella carriera: il lavoro e il combattimento. Per lavoro s’intenda succhiare il sangue a vittime varie o praticare tutte le attività possibili della gamma criminale (dal furto d’auto, alla riscossione di mazzette e pizzi, al killeraggio professionale su commissione). Per combattimento, attacco e difesa nella guerra fra clan e famiglie. Si ha notizia, voce che corre, che la magistratura italiana si stia muovendo per far chiudere Mafia Wars, non rappresentando effettivamente un modello esemplare sul piano educativo, vista l’estrema e realistica cura nei dettagli delle attività criminali, aggiornatissima sul piano della descrizione di armi, tecnologie, mezzi. Per chi pratica una buona letteratura thriller sono bazzecole, ma l’impatto Facebook è effettivamente più alto e diffuso.

Chihuahua 3. Asterix Reloaded

Ubi maior sergent cessat.

Ubi maior maior ubi (chiasmo).

Ubi maior ubi maior (anafora).

Sergent maior ubi cessat (anastrofe).

Ubi cessat maior ubi sergent ubi cessat maior..... (catastrofe).

"Le brave ragazze vanno in paradiso, quella cattive dappertutto", Levitico apocrifo, 26, 4.

"Papà voglio la Wi Fi". "Ma cosa te ne fai? Sei già grande per queste cose. Hai già le Winx, la Barbie, Cicciobello...".

"Papà voglio la R4". "Ma sei ancora troppo piccola per rimanere incinta. Non ti serve a niente...". “Uff… Nintendooo!”. “E lo capisco che non intendi!”

Patriarchi sull'orlo di una crisi di nervi.1

(Domenica, 23-05-2010). Missione compiuta. Figlia Ci-Clone ha introiettato il passato remoto del verbo "credere" senza profondi traumi (residui riemergenti episodici: tu credetti, essi credirono; espediente didattico: "i credini credirono, tutti gli altri credettero"). Shopping in Via Micca per rimediare in Fashion Cult Cool Punk Shop borsetta da 10 euro (le guadagna un'aria da sciantosetta truzza-radical-chic), per contenere massa patrimoniale della Ci-Clone consistente in due centinaia di monetine da 5 eurocent a 50 eurocent. Patrimonio fuoriuscito da borsetta, non si sa come, tragicamente rovesciatosi a macchia su marciapiede Via Micca. Dieci torinesi solidali hanno contribuito al recupero delle monetine. Purtroppo, assenza della stampa sensazionalistica. L'eccesso di liquidità momentaneo non ha influenzato seriamente i mercati finanziari internazionali; i tassi sui bond tedeschi non ne hanno risentito.
Tutto questo mentre in diretta giungono da Madrid voci inquietanti. Le figlie della adorata Malinche, la gata chula, selvaggia Dulcinea del Nostro; le figlie, dicevamo, ormai ascritte al clan del Nostro Padre Padrone, come Figlia Acquisita Anziana e Figlia Acquisita Giovane, stanno diffondendo il suo Frank Einstein (contribuendo al suo definitivo sputtanamento) nelle scuole superiori e nelle università dell’impero castigliano, pars orientis europea e pars occidentis latino-americana, impero ispanofono dove non tramonta mai il sole.
Ma si diceva dello shopping di padre e figlia nella sonnecchiosa ma affollata downtown subalpina. Subito dopo, il patriarca tardo pennachiano viene trascinato per l’ennesima volta in una visita di aggiornamento culturale al Museo Egizio.

Sblob a Edoardo Sanguineti

Insulsano florilegi e tradizione
della televisione i barbari talks.
Amai la Nebula Trifix
buco nero della mia disperazione.
Parole, polluzioni,
infette siringhe scagliate
su mentecatti uditori,
tra London's Burning
e Should I Stay or Should I Go.

I rai del sollucchero cortese
mantecati di Nespolo Berio Baj.

Evvai!

Accelerare fonemi come al Cern.

Mi spiace solo che eri
una beghina veterocomunista
e ti bruciò, la rogna,
davanti a i ragazzi gioiosi
di Muro e Tienanmen.
Dogmatico seminatore di dubbi.
Avessi letto meno Marx e più Gian Burrasca...
Mi sei maestro e macchietta.
Mi fai cagare
se restaurare vuoi
l'odio di classe;
ma mi fai sborare
quando blobbi e contamini
e fingi sulla finzione.

Con affetto, addio, cazzo di barone!

Julio Cortázar - De arriba abajo o bien de abajo arriba / Di su in giù o anche di giù in su

De arriba abajo o bien de abajo arriba
este camino lleva hacia si mismo
simulacro de cima ante el abismo
árbol que se levanta o se derriba

Chihuahua 2. L'Impero colpisce ancora

C'è un grande uomo dietro una grande donna. Spesso anche davanti.

Chi è senza peccato scajola la prima pietra.

Stallone legge Yourcenar, "Le memorie di Adrianaaa!!!"

I mercati affondano Madrid. Zapatero: "Piantala di giocare al ribasso, cabròn!". Ezio: "Voglio Rosa a Torino". Zapatero: "Non è abituata, darà di testa". Ezio: "Alternative?". Zapatero: "Vieni a Madrid". Ezio: "Prima parte nel prossimo di Pedro?". Zapatero: "E' un trans vegano che chiude per sempre col jamon". Ezio: "Sarà dura ma ce la posso fare". Zapatero: "Venduto". Ezio: "Sei un tesoro".

Ho un piano per salvare l'euro.Prestatemi più soldi che potete. Agirò di swap, call, put, hedging, futures, scoperti sul dollaro negli over the counter. Garantite operazioni estero su estero. In cambio Silvio dovrà utilizzare tecnologie di Teheran nel nuovo nucleare italiano. Hu Jintao mi chiede di invadere la Valle D'Aosta con punti franchising di fonduta sichuanese a 1,50 € e premerà su Johannesburg per arbitraggi favorevoli alla nostra Nazionale. Rhyad accetterà di pompare più barili accettando bolivares venezuelani al posto di dollari. In caso di fallimento dell'operazione non preoccupatevi. Lula, Chavez e Raul Castro garantiranno la mia latitanza a vita in una suite galleggiante sul Rio Pilcomayo, confine Paraguay-Bolivia. Leggi tutto »

Antonio Nazzaro, videodidattica a Caracas

E’ la prima persona che mi abbia convinto a fare, in collaborazione con Accademia dei Sensi, un’audiolettura in spagnolo… E per un Convegno!
Antonio Nazzaro è insegnante, videoartista e mediatore di culture italiane e ispano-americane a Caracas, animatore del “Centro Cultural Tina Modotti” (cctinam@gmail.com).
I suoi montaggi sono fatti con materiali presi dal web secondo concezioni filmiche sperimentali e finalizzati alla rappresentazione teatrale o all’attività didattica. Collega originalmente antropologia e concezioni occidentali ed europee con memoria culturale viva e operante legata alle categorie delle culture precolombiane, creole, meticce ecc. specifiche sudamericane.
Antonio Nazzaro, col Centro Tina Modotti, sarà in questi giorni tra gli organizzatori del Convegno dedicato al grande poeta e scrittore uruguayano Mario Benedetti: “Omaggio a Mario Benedetti. 14/09/1920 – 17/05/2009. 17-19 maggio. Caracas, Fundaciòn Celarg”
Informazioni dal web in:

http://primicias24.com/cultura/celarg-presenta-homenaje-a-mario-benedetti/ Leggi tutto »

Canti unnici

Cosa ne dici
degli oleandri tagliati di fresco
cosa ne dici
della sorpresa delle madri sventrate
fu lavoro fatto con cura
tutta la steppa ne applaudì
non cantarono le foglie
come le trombe a Gerico
ma il vento ci disse il suo
orgoglio.

Gran Via de Madrid

Si sbelicano di luci
efelidi di folla
la polpa di adamitica polvere
nelle umide sere dei magi
è calda questa polla
di caos calura lojura
evade mia canzone
da lordura
e da altura eremitica
come un lorca rinato
dalla cura della Storia
nello struscio agorafobo
ti bacio ti calmo
col mio mantra di carne
mi perlita de labuan, rebelle
allo sterco di trono ed altare
mio rosario di allegro martirio
corsara di cuore e di pelle
guernica dove piove la gioia.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 2389 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • woodenship
  • luccardin