Blog | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Piazzetta virtuale

 agorà

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

Blog

Un po' eta e un po' lase

Che periodo pesante, la primavera. E' il trionfo della rinascita ed io, sono ancora stanco. Sì, stanco di aspettare. L'inverno è stato lungo e mi sono un po' intorpidito le dita dei piedi a tal punto, che faccio fatica a correre, anzi, a camminare addirittura. Quanto è dura rinascere. Sono proprio affaticato. Beh, oggi mi sono deciso e sono andato a farmi visitare da un allegrologo, sì, uno di quelli che ti fanno quei test strani sull'allegria. Ebbene, ora so almeno perchè sono stanco. Leggi tutto »

Lotta al tempo!

Voglio abbandonare la lotta al Tempo! E' impari, comincia a pesarmi. Come puoi pensare di vincere la forza di un secchio calato in acqua, mentre la barca procedere a tutta velocità? Quanto tempo pensi di poter resistere? Prima o poi cedi. Per quanto mi riguarda ho resistito anche troppo, posso esserne orgoglioso. Ho deciso quindi di mollarlo, non ce la faccio più. Troppo peso. Leggi tutto »

Sonno

Sonno
Un vento umido e fresco
percuote l'alba e il prato
lastricato d'erba
che si estende dinanzi a me, e trasalgo,
con l'immagine tua, sempre nel cuore.
Percorro, margini sfocati di non detto
avvertendo tepori di carezze mancate,
immersa in un buio che non scolora,
che si insinua tra gli alberi
tra i miei rami, abbandonati, inerti lungo i fianchi
e pensieri come fiori assopiti,
sommovendo profumi di terra e di attese,
di un sonno sprofondato
in altri sonni senza tempo.

Senza Titolo

La incontrai tra una nuvola e l’altra, spogliata dalle banalità che ci circondano. Potevo sentire la sua voce, leggere le sue parole, ma non riuscivo a vederla, a toccarla, non mi era permesso visto che stava così in alto. Non so se col tempo sono salito io o è scesa lei, ci trovammo a metà strada sospesi nella gioia di sapere, vidi la mia vita nella sua e tanti segni che precedono la pioggia. Non siamo più tornati sul mondo, non ne avevamo bisogno, i nostri corpi si unirono e diventammo una creatura che si lascia portare dal vento. Leggi tutto »

Il piacere di un istante

Image Hosted by ImageShack.us
.
Ma che piacere è
il piacere di un istante
quello che sazia l’attimo
e si dimentica del poi
quello che  dopo il sì
scompare dalla vista
rovesciando i sorrisi a terra
sull’amaro della bocca.
 
Come la ciotola dei dolcetti buoni
quando finiscono in un battibale
Leggi tutto »

Oblio (la mia poemusica)

Inarca la tua schiena

 

Inarca la tua schiena amore
Sciogli splendidi i capelli tuoi
Madidami col tuo sentore
Grida a queste mura che mi vuoi
 

Gridalo alle alte latifoglie
Urla il tuo piacere all'immenso,
Soddisfa con me le tue voglie
Riempita d'orgasmo mio denso

Non sarà storia d'un minuto
E sarà rosa o celestino
E il nostro amor sarà compiuto
Baciando in volto quel bambino

Follia

Se follia è chiamato questo amore
così sia
Non c'è ragione alcuna
che altri mettano sigillo
su ciò che lasci
tra la pelle e il cuore
nel tuo andare e venire
nel mio tempo
 
 
 
 
Leggi tutto »

IL MARE

Il mare, mi accarezza
le guance
mi accoglie
mi avvolge
mi solleva
mi rincuora
mi libera
mi isola
mi tiene compagnia
mi parla
mi ascolta
mi fa le sue confidenze
ascoltando le mie
 
                           Maria Dulbecco

Strengeers in te nait

 
Se se se, prova prova
Strengeeeer in tee naitttttttttttttttt
Prova prova
Se se se
 
 
Strengeeers in te naitt escenging glencis

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 1790 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferry
  • Raggiodiluna
  • live4free