Blog | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Piazzetta virtuale

 agorà

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

Blog

Angoscia

Chiudo gli occhi e ascolto,
l'oscurità mi da pace.
Oggi la tristezza ha scelto me
e dove l’infinito sembra diradarsi
inizia il mio tormento.
Sono molte le domande,
ma hanno poche risposte.
E lei la sento che mi graffia,
ma non può farmi male,
in questo silenzio dipinto di ricordi
dove si sente solo il rumore
della mia angoscia.

Franco

Rex

di Odo Tinteri

io con te

 io con te
colmo delle tue abitudini
la mia vita
 
aspettando una carezza
per respirare amore
 
mentre bagno di lacrime
la tua assenza
 
sentendo i silenzi
che colmano i giorni
 
amandoti
senza sapere perché
 
io con  te
 
e in un sogno
mi salvo l’anima

l'utero della luna

Giuf� guarda la luna... (pastello di Pia Valentinis)

 

L'utero della luna
ha pareti prive di appigli
un cratere come di latte
e ragnatele di silenzi negli angoli
 
Il vento asciuga la sete.
 
Una mano fruga nel pozzo
addomesticata
dall'ottimismo di un illusionista
 

 

 

e poi ci si incontra, dopo, all'amore

 

e poi addormentarsi, dopo, piano,
come se un addio fosse l’ultima piuma,
e sentirsi leggeri, mentre scende l’apparenza,
ché  seno che allatta mai dimentica
e resta, il segno della bocca,
su quell’ultimo respiro, e tu che guardi,
come se disteso a te ci fosse solo l’ombra
quasi fosse il segno d’una meridiana, il volto,
ché non si volta
finché l’ultima ciglia non sia finita nel sogno.
 
e poi, lasciarlo andare, nel corpo.

 

Compleanno

Si chiude il tempo
degli anni passati.
Come le esperienze
delle vite già trascorse.
Oggi sono nato
e si riparte.
Incendio l'ombra
che mi insegue.
Mi sarà dato
ancora
di sognare?
Oggi si,
gli astri
sono come alla mia nascita.
E mi si offre
l'energia dell'Universo.
Mi sorridono allora
le stelle,
come altari alla speranza
di una vita nuova.

Fabio Cogolato

 

Salve!

 

Salve, vorrei proporre ancora un tema di discussione, così com'era su rossovenexiano.splinder.com.
Il tema, in questo caso è: Il Perturbante, con tutte le sue sfaccettature e significanze..
Ciascuno potrà prima documentarsi, anche sul web, e poi parlarne a ruota libera.
Spero lo troviate interessante. Poi vi offro i caffè.

 

Elementi

Seguì il sole
bramò l’acqua
scavando la terra
imprecando al cielo

Un coito è più fede che altro (se Dio mi proponesse di recitare Dio)

Figlio, questa umana gente mi perseguita
ovunque invocano il mio nome invano
sono tristi, fin troppo lobotomizzati
poi mi chiedono il perchè delle guerre

E' difficile spiegare un'eternità' benedetta e dannata
sei miliardi di bestemmiatori armati di belle preghiere
che un giorno sei cane e l'altro onnipotente signore
continuate ad emularmi, niente vi rende più viscidi

Verrà il giorno in cui tutti sottostarete al mio giudizio
schernirò le vostre indulgenze e sarò ebbro delle mie idee
e più mi riempio e più mi gonfio di bile e vedo il creato sfocato
sarà un giorno perfetto, sarà per voi la privazione di un incubo

(Ma ca!!o, non credo più nemmeno in me stesso
può sembrar strano, Dio umano per divina follia carnale
ed è ridicolo scoprir l'amore trafitto da un medicinale
scovar l'essenza del mio dovere in un piacevole amplesso)

Assioma autunnale - atto primo

Vincent Van Gogh  Cineraria in a Flowerpot

E fu una scossa nella schiena
che mi disse: fermati!

Fu il movimento brusco della mente
forse un gemito di vento
sulla cima del silenzio
per colei che si mosse sul monte
una salita e una discesa di legno

e sacchi pieni di parole
come fiori medicamentosi da seminare

Adesso aspetto che passi
e canto alla vita come posso
giocando con le piccole cose 
nel turbinio di una grandine solitaria

Mi parla il profumo dei miei fiori
che chiedono acqua al ghiaccio

Son ciclamini rossi e cinerarie
queste macchie che tingono la terra
che aspettano l’arrivo di novembre
per parlare di morte ai morti.

 

 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 1415 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • woodenship
  • luccardin