Il sole sulla testa che scotta | Poesia | woodenship | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Nuvola93
  • Paolo Melandri
  • Leopold
  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti

Il sole sulla testa che scotta

...ma in fondo, una scottatura solare
cos'è? Si chiedesse a Rimbaud, direbbe
lui: botta di sole che cambia vita
da poeta alto a mercante di armi e schiavi.
Io che di poesia intendo solo arsura
la so lunga su scottatura e affine:
gli arrossamenti dolorosi a gambe
il gonfiarsi delle papule a schiena
il vaneggio d'insolazione a mente;
di derma in strati elevarsi annerito
bicolore a farti la faccia pesta...
si che avrei potuto scriverci poema.
L'avrei vergato su altre foglie morte
dalla cute involantesi ombre a notte:
lucciole rabbuiate dell'esistenza
per ogni dove a incutere rispetto
pure alla folle congrega dei grilli 
nel compiacersi su e giù per la pancia
di enigmatiche montuosità, dure
da ignorare, scendendo a bagnomaria
sudati del primo albore di luglio.
Sì perchè certe cose si può solo
dirle in solitaria, assente la luna
che possa delare eventuali viltà
nel giorno bruciante infimo di sale
... ma io non sono Rimbaud: sono più basso
e nemmeno ebbro, soltanto più cotto.

 #
Altro che scottature, caro Salvatore... domi le parole sul carro delle emozioni. Le incendi, le pieghi, le fletti, le esalti e doni loro profonda incisività che  ci risuona dentro. Noi astanti lettori.
Un caro saluto
rinaldo
 

 #
Doppiamente grazie
 

 #
Altro che scottature, caro Salvatore... domi le parole sul carro delle emozioni. Le incendi, le pieghi, le fletti, le esalti e doni loro profonda incisività che  ci risuona dentro. Noi astanti lettori.
Un caro saluto
rinaldo
 

 #
Mi emozioni assai amico mio, con queste tue parole così lusinghiere: sappi che mi valgono molto più che una medaglia.
Grazie di cuore ed anche a te un più che caro saluto
 

ritratto di live4free
 #
Hihihi grande Woodenship, tanta esperienza eppure certe cose non le impariamo mai; proteggere noi stessi é la cosa che ci riesce più difficile! Si trattasse degli altri, allora... Non ti abbraccio dai, ti posso far male, ti saluto
 

 #
Devo avere qualcosa di diabolico in me, mia cara live, dal momento che, in vita mia, ho sempre preso scottature. Anche perché, con estrema leggerezza, non ho mai pensato di proteggere me stesso. Così mi sono ritrovato in certi giorni esposto al sole per ore e ore, senza nemmeno lo straccio di un cappello. Eppure il proteggere se stessi è il primo comandamento di ogni vagabondo. Io sono stato vagabondo, ma disattendendo questo comandamento.
Comunque, se vuoi abbracciarmi ti avviso che puoi farlo, dal momento che è da un pezzo che non prendo più scottature: cerco di stare sempre nell'ombra eheheheheh!
Grazie di cuore con un abbraccio d'immenso
 
 

ritratto di Virgo
 #
Complimenti Woodenship, mi affascina moltissimo come riesci a creare poesie stupende dalle cose più semplici. Sei capace di esaltare, valorizzare, collocare in una dimensione nuova anche le piccole cose quotidiane che passano inosservate e alle quali non siamo soliti dare un senso o un peso particolare, ed è come se le osservassimo per la prima volta con occhi nuovi e indagatori.
 

 #
È che le piccole cose sono tante, mia cara Virgo, per cui forniscono più argomenti oltre che molte chiavi di lettura. Invece quelle grandi sono in numero più limitato. E si prestano a numeri risicato di chiavi di lettura. È un po' come se i grandi temi ci fornissero lo scheletro, mentre le piccole ci danno modo di rivestirlo come più ci aggrada.
Grazie di cuore anche per i complimenti
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 2514 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Marina Oddone
  • luccardin
  • Rinaldo Ambrosia