D'acciaio ed altiforni | Poesia | woodenship | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Nuvola93
  • Paolo Melandri
  • Leopold
  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti

D'acciaio ed altiforni

 
Quante costole mi chiedo ha la Terra
questo grande polmone ch'è paziente:
inspira luce, riflettendo azzurro
di bimbo inconscio che graviti serio.
 
E siamo noi tanti piccoli corpi
sericità minuscole: microbi
dall'ego maiuscolo e senz'altro fine
che truci infettargli, operosi,  i bronchi.
 
All'apparenza, per quanto le conti
e riconti, sufficienti non paiono
a contenerci escrementi e veleni
prodotti di un agire strafottente.
 
Spurga catarro il pianeta ch'è nero
sempre più dalle ciminiere muco
cola ardente da nari d'altiforni
minimo starnuto a bruciarci vivi.

ritratto di Virgo
 #
Una schietta analisi di come la terra subisce, apparentemente impassibile, il gioco crudele dell'uomo, come Gulliver coi Lillipuziani, salvo scuotersi ogni tanto per scacciare via quei piccoli esseri fastidiosi che, con grande compiacimento, la danneggiano costantemente, forse in attesa di annientarli definitivamente...
 

 #
Come già detto più giù, mia cara Virgo, non credo che la Terra partecipi della nostra emotività. Siamo noi che ci sforziamo di antropomorfizzarla, per renderla addomesticabile e quindi rassicurante. Nella realtà essa obbedisce alle sue dinamiche e queste dinamiche non ci comprendono. Anche se, grazie al nostro esistere come consorzio di entità viventi, il pianeta può sfoggiare la sua livrea blu nello spazio del sistema solare.
Grazie di cuore
 

ritratto di Ryan
 #
La terra è così paziente, sembra accetti con tanta calma tutto ciò che le viene fatto dall'uomo, ma questo perché sa bene che a soccombere in un futuro prossimo non sarà lei, e anche perché i veri inquilini, gli unici ad avere in mano la sua vita, sono solo i virus, ovvero, quelli che la difendono e la difenderanno sempre da ogni malvagità.
Buffo, no? Infettiamo la terra, non la lasciamo respirare, senza pensare che tutto ci si ritorcerà contro, a caro prezzo, e con la stessa moneta.
Molto interessante, quello che hai scritto.
 

 #
Non penso che alla Terra importi poi più tanto di noi, mia cara Ryan. Anzi credo che sia perfettamente indifferente: ha sue dinamiche e vive seguendone le linee. Noi, tutti gli esseri viventi(vegetali ed animali, siamo come un corpo estraneo che si è diffuso sulla sua crosta. Probabilmente siamo arrivati da chissà quale abisso nello spazio in qualità di organismi elementari che, su questo pianeta hanno trovato le condizioni ideali per sopravvivere e diffondersi. Chissà in quanti altri luogni nello spazio infinito si sia manifestata una simile infestazione, quale quella da noi tutti viventi intentata su di esso. Ecco perchè non credo che la Terra arriverà mai a vendicarsi di noi. Dovesse anche soltanto cancell'arci dall'universo, sarebbe soltanto perchè , involontariamente, ha sbadigliato, seppellendoci come se non fossimo mai esistiti. E' questo che l'essere umano non riesce a comprendere: noi siamo una parte del tutto, ovvero di quel complesso di entità viventi che, per sopravvivere, ha bisogno l'uno dell'altro. In definitiva, possiamo dire che non c'è equilibrio, non siamo in grado ancora di starci in equilibrio.
Domani, chissà...
Grazie di cuore
 

 #
Non penso che alla Terra importi poi più tanto di noi, mia cara Ryan. Anzi credo che sia perfettamente indifferente: ha sue dinamiche e vive seguendone le linee. Noi, tutti gli esseri viventi(vegetali ed animali, siamo come un corpo estraneo che si è diffuso sulla sua crosta. Probabilmente siamo arrivati da chissà quale abisso nello spazio in qualità di organismi elementari che, su questo pianeta hanno trovato le condizioni ideali per sopravvivere e diffondersi. Chissà in quanti altri luogni nello spazio infinito si sia manifestata una simile infestazione, quale quella da noi tutti viventi intentata su di esso. Ecco perchè non credo che la Terra arriverà mai a vendicarsi di noi. Dovesse anche soltanto cancell'arci dall'universo, sarebbe soltanto perchè , involontariamente, ha sbadigliato, seppellendoci come se non fossimo mai esistiti. E' questo che l'essere umano non riesce a comprendere: noi siamo una parte del tutto, ovvero di quel complesso di entità viventi che, per sopravvivere, ha bisogno l'uno dell'altro. In definitiva, possiamo dire che non c'è equilibrio, non siamo in grado ancora di starci in equilibrio.
Domani, chissà...
Grazie di cuore
 

ritratto di Ryan
 #
.
 

 #
?
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 4 utenti e 2072 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • alleluja
  • ferdigiordano
  • Antonio.T.
  • Danielle