Coviddi non c'è | Poesia | woodenship | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Agatha
  • Giovanni Rossato
  • PIERO COLONNA-ROMANO
  • Nuvola93
  • Paolo Melandri

Coviddi non c'è

Arrovellarsi, sai, tra tutto e nulla
ci fa apparire distratti alla guida
concorrenti alla fine della fiera
che ristiano con in mano un bel nulla
bamboli d'un quiz farabutto e losco.
È quel nulla che ti fa fesso e fatuo
per le vie del web, incrocio del tutto,
che nega agili contagi virali
e assegna meriti e seguaci a migliaia:
verticali in aria, orizzontali in terra;
oppure in quel sobillare di curve
pandemiche, ora date piatte e morte
che, in realtà, fanatiche s'avvitano
verso l'alto, seguendo ancor più in alto
come nulla spiega un tutto a complotto.

 #
Coviddi non covid, coviddi o non covid, mi covid, non mi covid … miii … a sta caspita di marcovid continuano a spuntare petali …Piaciuta, grazie. Un caro saluto
 

 #
Sì,ottima idea quella di una margherita virale da sfogliare appassionatamente...
Grazie di cuore con anche a te un più che caro saluto.
 
 

ritratto di Marina Oddone
 #
E' una prigione che non si riesce ancora ad evadere...complicanze che ammazzano il quieto vivere frenando la libertà anche del respiro...un carissimo saluto
 

 #
Purtroppo si mia cara Marina, se si pensava di poter vivere un perioso relativamente tranquillo, ecco, questo pensiero è stato messo in crisi. Anche e soprattutto quella"libertà del respiro" che tu citi. Messa in crisi da un virus che si propaga proprio grazie alla respirazione oltre che nel contatto fisico.
Grazie di cuore con anche a te un carissimo saluto.
 

ritratto di Virgo
 #
E' un susseguirsi di ipotesi, un proliferare di sedicenti esperti, un contrastarsi su posizioni opposte, una diffusione di numeri ambigui, questa inattesa, sconvolgente pandemia. Forse il futuro darà una risposta univoca ma adesso siamo intrappolati in questa ragnatela gigantesca che trattiene i nostri movimenti e respiri mentre, ancora increduli, cerchiamo di liberarci...
 

 #
E' sorprendente per noi che ci riteniamo civilizzati e in piena era tecnologica, arrivati al 5g ed alla smaterializzazione del mondo. Ma, se solo si va in Africa, qualche anno fa, quando l'epidemia di Ebola mieteva centinaia di vittime al giorno, allora comprenderemmo quanto sia nella natura delle cose, che ci si possa ritrovare ad affrontare anche di queste pandemie che possono metterci in ginocchio, pure così evoluti. Del resto il lockdown non è nemmeno una scoperta dell'oggi: fu una misura adottata già ai tempi della peste nera. E già allora dimostrava di essere validissima per contrastare i contagi.
E'sorprendente che, all'alba del 2020, ci siano manifestazioni di negazionisti e complottisti contro la famigerata "dittatura sanitaria"che impone l'uso della mascherina.
Del resto, le pandemie, come dimostra la letteratura dei tempi, finivano per creare nelle popolazioni un clima molto simile a quello che ci ritroviamo a vivere oggi. Solo che, in quei tempi, ogni dieci anni circa c'era un ritorno pandemico col relativo tributo di morte e sofferenze da pagare.
Grazie di cuore
 

ritratto di Virgo
 #
E' vero... Forse riteniamo la nostra civiltà troppo perfetta per soccombere a una pandemia. La medicina così avanzata, la tecnologia così sofisticata, rendono inimmaginabile che piccoli atomi patogeni possano avere la meglio sulle nostre vite, così scontate, così normali, tanto da condizionarci in questo modo. Forse siamo troppo orgogliosi per accettare le nostre debolezze, le nostre incompetenze, le nostre incapacità...
 

 #
Dici parole molto sagge, mia cara virgo.
Grazie ancora.
 
 

ritratto di live4free
 #
Tutto complotto!! Ecco!! Aiuto! 
 

 #
Effettivamente si sta esagerando al punto di scadere nel patologico di una psicosi complottistica.
Grazie di cuore
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 2 utenti e 2295 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Livia
  • luccardin