Amore lunare | Perle scelte dalla redazione | woodenship | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

Amore lunare

 

                                             (1)
                                  bruci di ginepro in gola
aromatica mi esplodi nella mente      
 
mi ti afflosci dinanzi/   tra un braccio e l'altro
pronto a sostenerti ti abbraccio/  consumata attrice ti strusci
come da canovaccio/    mimica dei corpi nudi
crudi di gesti sulla scena:  sei di scena Pierrot Lunaire
sono di scena  e brillo/   privo di senno/ falso e leggero
come solo un personaggio in commedia:
                           non esiste se non in ciò che declama
non è sincero se non nei sentimenti che suscita
                               Palcoscenico la luna
mari di roccia e polvere/  tu triste Pierrot Lunaire
con alle calcagna l'onda amniotica
                          io folle alla ricerca della ragione
e nessun motivo per incontrarsi /   così ci ritroviamo allunati
che si leva con orgoglio alta/  ridotta a straccio sipario strappato
la Terra.                
                                        (2)
                  ladra ammanettata nel cratere
ho i baffi arricciati /  a manubrio: sì, faccio il gendarme
ti hanno denunciata che rubi il senno
                               ed ora ho i baffi finti a lambirti la gola
la solleticano per quanto s'abbandona
             Mi incanti Pierrot Lunaire
che ti sto perquisendo/    dalle ascelle alle scapole con metodo
le vertebre conto/  le costole sfioro
                          dallo sterno al ventre cerco il carattere
il tratto eclatante
                               Ti dimeni negando ogni addebito
già sai della punizione/   stringi i denti e digrigni un rifiuto
ci guardiamo in faccia /   non più tenera e rilassata
troppo liscia comunque la guancia/  un graffio sarebbe appropriato
cerone compatto sul volto/  giusto sotto la lacrima accennata
segno di un tonfo/  amplificato spasmo
                                                      i tuoi occhi ora furenti          
                                        (3)
                         rubo un sospiro al tuo seno
caldo ed invitante palpitare/ ci annego il mio piacere
in fiotti di luci dalla ribalta/  che stai riversa sulle mie gambe
che t'insegno i giusti modi /  a suon di sculacciate t'imparo
eccitata ti sento dal brivido dell'inganno
                                   le mani nascondi dietro la schiena
ti stai offrendo per essere giocata
                              e sei così bagnata... generosa...
Un rivolo ha preso a scorrere /   pronto mi fletto
provo a far diga con le dita/  risalendo l'interno delle cosce
mi stai donando l'inchiostro/   sceneggiatura di noi
roteando                 
                     scrivo tra le tue labbra
pur se immoto/ madre d'ogni odio l'amore mare           
                               distesa tranquilla lambisce e tormenta
ammiro il candore della tua pelle/   la perfezione delle curve
imperfetto è il nostro amarci       
                           non dovremmo mai ricorrere al dolore
... è che sei così morbida e aperta...        
                           un candore che mi consuma
sfacciato tremore/   delatrici cadono stelle per ogni dove
baluginii rubati alle pietre/  schegge sotto i nostri corpi madidi
da meteoriti sfiorati 
                               A guardare la Terra
lontana ed azzurra / per nulla mi manca
ci troveremo lo stesso un finale
sipario che cali sereno
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2248 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Antonio.T.