Il candore della domesticità | Poesia | stellasenzacielo | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni il sito

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Vittorio Lucian...
  • MG
  • kip
  • Romeo
  • giuseppe riccar...

Il candore della domesticità

Polvere di venti che in un sibilo
capitola tra i comignoli delle mie sere
crepuscoli d'estati in attesa su di un precipizio
bianchi polpacci tremanti di noia
una fame allucinata di lupi fuori dal branco
 
Vi è una calma placida
il gelo è un ricordo ormai lontano
si allontana con la sua barba 
una corona di bruma sbrecciata
l'orizzonte non è mai stato così vasto
eppure il sole rimane appollaiato
come in una gabbia
in bilico su una panchina di fronte all'oceano
 
Nuvole gravide di sabbia 
figlie spergiure del deserto 
se ne sente ancora l'odore
nell'aria restano i brividi
brividi
di un tè caldo alla menta 
dimentico sul fuoco
il vapore un'ombra antica
 
Rovereto, 24 luglio 2014
Caterina Manfrini 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 0 utenti e 2639 visitatori collegati.