A mme me piace 'a pace | dialetto | Giovi55 | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

A mme me piace 'a pace

A mme mme piace assaje 'a pace d' 'a nuttata,
quanno aizanno ll'uocchie veco 'o firmamento.
Mme piace 'o cielo notturno; niro e avvellutato,
trapuntato cu cchiù 'e ttremila stelle argiento.
Mme piace ll'addore ca trase p' 'a fenesta,

quanno ll'aria d' 'a notte se ntrufola 'int'â stanza.
Mme piace 'a luna quanno abbaglia 'o cielo
e dda cunfuorto 'o core e illumina 'e ssperanze.
Mme piace 'o chiarore 'e quanno tutt'attuorno,
veco ca 'a notte sta p'addeventa juorno.

A mme me piace 'a pace, chella d' 'a matina;
quanno sento addore 'e cafè 'int'â cucina.
Mme piace assaje 'a pace ca sape 'e futuro:
chella ca vide 'int'a ll'uocchie d' 'e ccriature.
Mme piace 'a pace senza allucche, né rummore:

na pace fatta 'e vase, quanno se fa ammore.
Na pace addò ognuno tene tutto chello ca serve:
senza mmiria, senza rancore e ssenza riserve.
Na pace fatta 'e surrise, abbracce 'e rresate
Na pace addò ognuno se sente affurtunato.

Na pace senza lacreme, senza malincunia,
na pace schietta, sincera e ssenza ipocrisia.
Na pace senza malanemo, senz'imposizione.
na pace addò ognuno è ffelice e sta' bbuono.
Na pace addò chi aiza 'a mana 'o ffa sulamente,

pe dda' n'aiuto a n'ato e nun pretenne niente.
Na pace addò ognuno se sente bbello e fforte,
pecché ggià sape ca truvarrà cunfuorto.
Na pace addò se chiagne quanno se sente nu vagito.
Na pace c'addora 'e mamma: na pace chiena 'e vita.
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 1632 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • live4free