Tra virtù...ed erori | Poesia | Felice Di Giandomenico | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Nuvola93
  • Paolo Melandri
  • Leopold
  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti

Tra virtù...ed erori

Quarcuno – nun ma ricordo chi –
n’giorno disse na frase che me colpì:
solo chi striscia nun inciampa...
e tra virtù ed erori l’omo campa.
 
Se fa presto a puntà er dito su chi sbaja
ma a volte la virtù de ipocrisia se n’truja.
 
Ce so santarelline tutte casa e chiesa,
che de notte te costringono a la resa...
stanno a striscià o stanno a n’ciampà?
 
Boh!
 
Po ce so quelli che so tutti sorisetti e n’chini,
quelli che in gergo noi der popolo chiamamo
lecchini...
 
te guardeno co l’occhi de vetro
mentre tu già sai che te devi da salvaguardà
er didietro.
stanno a striscià o stanno a n’ciampà?
 
Boh!
Chi sbaja paga, questo è naturale,
ma è difficile discerne tra virtù ed erore.
 
Se dovrebbe tutti da guarì da quella brutta malatia
conosciuta ar monno come ipocrisia...
e annà vanti senza striscà
a costo de rompese er grugno
a furia de inciampà.

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 3 utenti e 1661 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Nievdinessuno
  • Eleonora Callegari
  • Raggiodiluna