A te penso | dialetto | Antonio Cristoforo Rendola | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • giuseppina lamb...
  • Sandra Pasotti
  • Agri-Alessio
  • sandra bonci
  • Angelika Sarna

A te penso

donna.jpg
A te penso ogni matina
quando arapo 'stu balcone
e a chest'aria fresca e fina
me ce metto a risciatà(1).
 
Esco fora alla 'nferriata,
me stiracchio buono buono,
ma tu nun staie affacciata,
tu nemmanco te ne adduone(2).
 
Io po esco nata vota
cu 'na tazza 'e cafè 'mmane.
Bevo e ' capa mia s'avota:
resta chiusa 'sta perziana.
 
stongo tanto rimbambito
che me scordo 'o cucchiarine.
'O cafè giro c''o dito
che 'mbruscino(3) 'int''a tazzina
 
Ma tu nun me tiene mente(4),
tu nemmanco te ne adduone(5).
Io me struio(6) lente lente
e a girà nun so cchiù buono.
 
Affacciato me ce mette,
e 'n'appena iesce tu fore
'o cafè fa 'e pirulette(7)
e me cade 'ncopp''o core.
 
(1)  rifiatare
(2)  accorgi
(3)  trascino
(4)  non mi guardi
(5)  non te ne accorgi
(6)  mi  distruggo
(7)  salti
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 2268 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Danielle