Frammenti di Rossovenexiano | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Sfoglia le Pagine

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Incisione di Marco Mucha & poesia di Manuela Verbasi

La Pulcinoelefante di Casiraghi, ha recentemente pubblicato un libricino: Opera di Marco Mucha, incisore, e  Poesia di Manuela Verbasi

 

 

 

Signori e signore, ecco a voi le Edizioni Pulcinoelefante. Un'eleganza assoluta, Due doppioni di carta da incisione color naturale cuciti a mano sul dorso; caratteri in piombo Bodoni corpo 8 neretto, stampati da una efficientissima quantomai arzilla Superaudax anni Quaranta. 

Un aforisma o un pensiero, una brevissima poesia, una dedica, una lettera inedita in prima pagina; un intervento d'artista, un'incisione o un collage, un acquerello, una foto o un oggetto-souvenir in seconda e sul retro copertina, il colophon attestante la tiratura, che non supera di regola le 33 copie. Ed ogni libriccino è così interamente un'opera d'arte.
E' un'opera che gioca sull'ironia, sul doppio senso, sulla metafora delle parole. C'è una bella libertà dell'accostamento che fa incontrare autori noti (Franco Loi, Bruno Munari, Enrico Baj, Ottiero Ottieri, Fernanda Pivano, Alda Merini, Gillo Dorfles, Emilio Tadini e quanti altri ancora) con altri sconosciuti, che dà ospitalità anche ai dimenticati della società. Insomma ci sono gli elefanti e i pulcini che si danno la mano in pieno clima libertario e democratico ed è questa la forza di questi libri, questo pieno diritto di cittadinanza egualitaria.

Ci passi sopra la mano e tocchi la bellezza. Ecco l'ondeggiare dei caratteri palpabili in bella linea, ecco i solchi gentili, calibrati nel millesimo di millimetro, delle xilo immancabili del grande Maestro Adriano Porazzi, uno degli ultimi massimi esecutori silografi italiani. Il logo delle edizioni in basso ed una piccola xilo in alto, sotto il titolo di ogni plaquette.

 Simonetta Melani  

su il "GrandeVetro" del marzo 2002

 

Pulcinoelefante

Alberto Casiraghi inventa e realizza piccoli libri d'artista da molti anni. Pittore surreale e poetico vicino a Munari e Topor, musicista e editore del Pulcino Elefante, presenza particolare nel panorama editoriale italiano.
 
Nel tempo il catalogo, che attualmente conta oltre quattromila e seicento titoli, si è arricchito di nomi prestigiosi (Allen Ginsberg, Bruno Munari, Alda Merini, Giorgio Manganelli, Nanda Pivano, Lawrence Ferlinghetti, Mario Luzi), oltre alle proposte di autori meno noti o esordienti, con l'attenzione rivolta sempre all'aspetto qualitativo dei lavori.
 
Tra gli autori figurano grandi nomi sia tra gli scrittori (Ezra Pound, Samuel Beckett, Franz Kafka, Jean Cocteau, Corrado Costa, Cesare Zavattini), che tra gli artisti (tra questi Lucio Del Pezzo, Enrico Baj, Claudio Parmiggiani, Angelo Cagnone). L'incontro con la poetessa Alda Merini e la collaborazione con un maestro artigiano, Adriano Porazzi hanno avuto grande importanza nei successivi sviluppi delle edizioni. Come dice lo stesso Casiraghi: "L'incontro con Alda Merini ha portato un fiume nuovo alle edizioni", oltre cinquecento librini colorati di aforismi e poesie. L'incontro con Porazzi, che ha inciso su legno i disegni fatti per le edizioni da moltissimi artisti, ha permesso splendide traduzioni degli stessi in xilografie.
 
Questi eleganti librini, cuciti a mano e a tiratura limitata, portano il logo malinconico e quasi mitologico, ricavato dal corpo di un pulcino con la testa di un elefante. Casiraghi ne stampa personalmente a mano un centinaio all'anno nella sua casa-studio-laboratorio di Osnago con una antica pressa, ogni libro è edito in non più di 30 esemplari. I testi, aforismi, micro-racconti, poesie, sono molto brevi, composti con caratteri mobili Bodoni, più raramente Garamond e stampati su carta Hahnemuhle, una carta pregiata prodotta in Germania sin dal 1584 e utilizzata dagli artisti per stamparvi le incisioni e per gli acquerelli.
 
In copertina il titolo e il nome dell'autore, più in basso quello dell'artista, nella prima pagina alcune righe, generalmente poesie o aforismi. Legato al testo da un'affinità, un'intima rispondenza o una continuità, segue nella pagina successiva il lavoro d'arte in originale o in tiratura limitata, ma anche sassi, piume, spille o minisculture. Nell'ultima pagina i dettagli sull'edizione, il numero, la tiratura, il luogo e la data. Il formato è 13,5 x 20 cm, con i bordi della carta sfrangiati, come si addice ad una edizione limitata.
 
Casiraghi presenta così il suo lavoro: "La Casa Editrice Pulcinoelefante è nata casualmente nel 1982 in un pomeriggio ventoso. Si caratterizza per la libertà dei suoi intenti, quali il gioco, l'ironia, la poesia, l'arte e la gioia del bello. Non esiste una produzione regolare, il numero delle pubblicazioni varia in base ai desideri e agli incontri dell'editore. La scelta delle piccole tirature è dovuta all'unicità di ogni esemplare che contiene quasi sempre disegni originali, piccole sculture, incisioni e ogni sorta di oggetti eseguiti da vari autori. Sono prediletti aforismi e piccole poesie".
 
I librini d'artista del Pulcinoelefante sono libri non solo da leggere come un breviario, ma da osservare come un'opera e collezionare come oggetti senza tempo. Libri per pensare, riflettere e sorridere alle strane e inaspettate visioni del pensiero.
 
Notte tempo
il vecchio portò suo figlio
sul monte dell'elefante,
ma lo salvò il Pulcino
perché dovevano nascere
i librini di Alberto.
 
Alda Merini
 
Chiara Giorgetti
 
 
 
pagina ed effetti speciali a cura di Anna De Vivo
 

Cerca nel sito

Accademia dei sensi

 ♦sommario♦

a cura di Ezio Falcomer

♦Compagnia di teatro sul web Accademia dei Sensi♦

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 1322 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferdinandocelinio