Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Julia Litròf
  • Rifugiata Poetica
  • Guglielmo Perfetti
  • Nefelia
  • Aug

Vertigine

 
Vertigine
 
Inferni, jeva, me, te
du ‘nferni
e ‘n mezz la vita.
C’am sbaieva;
ognun e steva
t’la su sponda
t’e mezz un vuit
c’ui asmeia
la morta forse
e po’ e po’:
discuntenua
guardarla da qui
una vertigine.
 
Dialetto romagnolo
 
 
 
Vertigine
 
Inferno, dicevo, io, te
due inferni
in mezzo la vita.
Che mi sbagliavo;
ognuno sulla sua sponda
in mezzo un vuoto
che ci assomiglia
la morte forse,
e poi e poi:
discontinua
guardarla da qui
una vertigine
 
Traduzione in lingua
 
 
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 5 utenti e 2510 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Antonio.T.
  • ferdinandocelinio
  • ferry
  • live4free
  • roberto caterina