Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Airone
  • Felice Di Giand...
  • Antonio Mario
  • Poeta Errante
  • FarfallaBlu93

Pullecenella

Cu 'nu lenzuolo 'e raso mm'aggio cusuto 'sta cammisa.
Porto 'na maschera nera ca 'mme cummoglja 'o viso.
'O naso è chillo 'e n'aquila e 'mme serve p'annusa', 
pe quanno faccio 'mbruoglje e cerco d'arraffa'. 
Pe mm'abbusca' 'nu piatto cucenato a dduvere,
 
m'arrangio a fa 'o servo, 'o falegname e 'o salummiere. 
Che dicite? Sò 'ncazzuso. 'Mme fete 'o naso. Embè! 
Chella è 'a capa cà 'mme volle e nunn'a pozzo fa patè. 
Comme a San Gennaro tengo 'o sanghe scarfato. 
Cu 'a differenza ca 'o mjo è già bello e squagljato.
 
Mm'addeverto a sfrugulià 'a ggente d''e palazze. 
Sì me 'nquietano 'me 'ncazzo e 'mme metto a fa 'o pazzo. 
'Nciucio e chiacchiareo cu uommene 'e cummare. 
Quanno veco 'a cunvenienza 'mme vaco a fjutà l' affare.
'Me piace e 'mme 'ntrigà e si coccosa nun me torna,
 
ll'avoto a tarantella o faccio peste e corna. 
Quanno 'mme contano 'nu fatto o 'na sturiella, 
nun ne faccio maje segrete. Sò 'nnu Pullecenella. 
Tengo 'a lengua longa, tagljente e bifurcuta, 
ma ve rimango servitore! Me 'nchino e vve saluto...
 

Cerca nel sito

Calendario 2018 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 7 utenti e 2516 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • live4free
  • ferdinandocelinio
  • Fabrizio Giulietti
  • Grazia Denaro
  • taglioavvenuto
  • Giuseppina Iannello
  • Bowil