'O munno d' 'e ccriature | dialetto | Giovi55 | Rosso Venexiano -Sito e blog per scrivere e pubblicare online poesie, racconti / condividere foto e grafica

Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • AriannaM
  • Giulia29
  • Natural System
  • Sky2019
  • Laura Archini

'O munno d' 'e ccriature

Quando una donna desidera tanto un figlio e si domanda: "perché io no?"
 
'O munno d' 'e ccriature
M'hê ssonno 'int'ê suonne 'sti bbelli capille:
na capa riccia riccia e cchiena 'e bucculille.
'A faccella russulella comm'a na cerasella,
tutto tiene peccerillo: mane, piede e ddetelle.
Tu viene a chillu munno fatto 'e miniatura:
addò nisciuno è ggruosso: so' tutte criature.
È nu ciardino 'e ruselle nun ancora schiuppate:
niente pare overo, nfino a quando nun è nato.
"Datammella 'a voglio i' 'sta nenna appisulata.
Parlate chiano: mo' mmò s'è addormentata.
"Ninna nanna birichina, 'e chi è 'sta bammina?"
Sarrà 'e mamma ca ll'aspetta 'a stammatina?
Tanta ninne e nnenne 'int'o cielo chino 'e stelle,
nsieme 'e frate culurate, fanno giri p' 'o criato.
Na scala porta ncielo ncopp'ô nido d''e neonate,
mammarella mo' è sagliuta e nn'ha pigliato n'ato.
Nu custode ndaffarato ntrattene 'e pargulille.
Ogni tanto vene mamma: "o voglio i', dateme chillo!"
Don Antonio cuntrariato: "mmo' ne vulite n'ato?"
Va buò, dice mamma: "chillo figlieme vo' 'o frate!"
Saglio ancora 'sta scala: 'a tant'anne saglio nvano!
Ce vengo tutt'e juorne: aggio fatto 'e calle 'e mmane.
Arrivo nfino 'a ponta e nun appena 'a capa sponta,
don Antonio dice pronto: "Cuncettì viene dimane."
"Tenite tanta nenne, pecché i' nun 'a pozzo avè?
Ve supplico, datammella na nenna pure a mme!" "
M''a tengo astretta mpietto, lle dongo 'o llatte mio."
"A voglio abbraccià forte. Nun so' mamma pur'io?"
"E ccriature so' tante, però nun so' abbastanza."
"V' 'o ffaccio assapè si na nenna po' m'avanza."
Nun appena mme capita, i' subbeto ve nformo. 
"Sentiteme guardià...dimane i' ccà ce torno!" 
'Sta femmena privata se nne scenne 'a scalella,
cu 'e mmane avvacante e senza 'a criaturella.
Sente na fitta mpietto, p''o core chino d'ammore
e cchella connola vacante, lle da troppo dulore.
Giovanna Balsamo

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 1264 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • ferdinandocelinio