Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Airone
  • Felice Di Giand...
  • Antonio Mario
  • Poeta Errante
  • FarfallaBlu93

Maschere

De maschere costrutte in cartapesta
si metto a contalle è cosa certa,
la conta nun finisce e resta operta
perché so’ mille e mille in ‘sta foresta.
 
E a che te pò pensa’ ‘na mente onesta?
A quella, certo, la più mefitica:
quella che addopra chi fa la politica 
pe’ confonne’ l’idee a chi ce l’ha in testa.
 
No pe’ vole’ esse’ uno che contesta.
La maschera politica  -e, è vero!-
te convince che è un libbero pensiero
quello che ciai, però te lo rimesta
 
E ‘sta faccenna è più che manifesta:
co’ quella sacrosanta parlantina
te sanno inzucchera’ la medicina,
perfino quella che t’è più indiggesta.
 
Qualunque sia discorso je se presta
pe’ nisconnese dietro un mascherone
modellato a la faccia cor cartone.
Ma questo, se combina co’ le gesta?
 
Pare che la funzione poi s’assesta,
perché ‘sto popolino in bòna fede
a quello che je dicheno ce crede
e mai ce pensa a pote’ arza’ la cresta.
 
Loro sanno promette sempre festa:
ce dicheno che tutto vorge ar mejo.
Ma er popolo che nun è tanto svejo
ce crede e co’ fiducia poi ce resta
 
Ma io vorebbe fa’ ‘na mossa lesta:                                           
vorei pijà ‘sta gente mascherata
e, senza manco daje un incartata
la butterebbe tutta indé ‘na cesta;
 
la coprirebbe co’ ‘na vecchia vesta
poi l’accompagnerebbe ar funerale
ma, senza ammascheramme, ar naturale.
E nun ciavrebbe manco l’aria mesta                        

Cerca nel sito

Calendario 2018 di Rosso Venexiano

clicca sull'immagine
per scaricare il calendario

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 7 utenti e 2571 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • live4free
  • ferdinandocelinio
  • Fabrizio Giulietti
  • Grazia Denaro
  • taglioavvenuto
  • Giuseppina Iannello
  • Bowil