Login/Registrati

Commenti

Sostieni l'associazione

iscrizioni
 
 

Nuovi Autori

  • Yuria Mizujima
  • Francesca LV
  • Crys.Soul.95
  • Altopascio
  • vinantal

Note Dolenti

A Natale la felicità è d'obbligo ma non per tutti.
In certi giorni più che mai vorremmo essere felici,
certe piaghe però, dolgono maggiormente
proprio quando un'onda di felicità
pare avvolgere il mondo intero...
A parte noi!
La differenza più che mai stride,
alla fine è difficile capire cosa fa veramente male,
se la spina ancora inflitta nella carne,
o il senso di esclusione nei cofronti dei più.
Il dolore è naturale,
ha una propria indomabile volontà.
Il dolore è come l'onda del mare,
va e viene come gli pare,
e come l'onda,
non si calma fino a quando non si stanca.
Se lo reprimi diventa un mostro,
come la natura vince sempre
sfugge se l'opprimi o lo neghi.
Il dolore vuole essere libero,
e ti rende libero solo se non cerchi di farlo schiavo,
se nonostante il male che senti continui a volere il
Bene al di là di ogni commiserazione.
Contro la malinconia del così fù,
contro l'irreparabile e l'irredimibile,
prevalga sempre lo spazio per accogliere in te l'insanabile diversità,
la forza di andare oltre la colpa e la paura.
Spera nel il giorno del   nome e del senso,
quando la contrattazione di un significato
seppure precario o meramente transitorio
sarà l'unico antidoto contro il vuoto.
 
Solo allora non me avrai più timore
e giungerai persino ad amarlo.
 

Questo è il mio augurio .....
BUON NATALE!

Antonella

 
opera A.Iurilli Duhamel  PEZZI 2016
 

Cerca nel sito

Cerca per...

Sono con noi

Ci sono attualmente 1 utente e 3002 visitatori collegati.

Utenti on-line

  • Salvatore Pintus